Fotografare i neonati

Mi rendo conto che per i neo-genitori l’idea che qualcuno, estraneo per giunta, possa prendere in braccio il loro piccolo e “manovrare” il suo esile e delicato corpicino nelle varie pose da set possa essere dura da digerire.

E’ per questo che bisogna informare le coppie a cosa vanno incontro. Fotografare i neonati richiede pazienza e fiducia. Pazienza perché il processo è lungo e non sempre lineare e senza intoppi e fiducia perché se non ci si mette totalmente nelle mani del fotografo allora si rischia di non ottenere i risultati sperati.

Posto che il fotografo newborn presso cui avete scelto di eseguire il servizio sia in possesso della formazione e dell’esperienza necessaria, sarà essenziale che goda anche della vostra piena fiducia e che voi facciate esattamente quanto da lui indicato affinché il processo sia quanto più fluido possibile e quindi anti-stress per il neonato e di conseguenza per tutti quanti.

Si sa che i neonati non hanno pieno controllo dello sguardo e spesso dirigono gli occhi in parti opposte. Per questa ragione le foto in cui sono svegli a volte sembrano grottesche e non rimandano esattamente a quell’idea di bellezza e innocenza assoluta dell’immaginario collettivo.

La Newborn Photography è arte

Fermo restando che ciascuna foto del nostro bimbo appena nato sarà un prezioso documento-ricordo della sua vita, nell’ambito della newborn photography, in cui l’arte e la bellezza ovviamente sono il fulcro della questione, lo sforzo è di ritrarre il cucciolo d’uomo in pose e situazioni che ne risaltino appunto le meraviglie estetiche ed emozionali. Per questa ragione, ad esempio, le foto più belle saranno quelle in cui dormono beati nella loro posa fetale, riportando ai sensi quei ricordi ancestrali della natura perfetta di un embrione in grembo alla sua mamma.

Fotografare i neonati è difficile perché richiede una molteplicità di abilità che vanno ben oltre da quelle tecnico-creative tipiche di un fotografo. Bisognerà saper manovrare il bambino e sapere leggere il linguaggio del suo corpo, prendere tutte le misure necessarie affinché sia sempre al sicuro e in condizioni igieniche adeguate. Il metodo è fondamentale: il flusso delle pose dovrà essere quanto più funzionale possibile. 

Cosa devono fare i genitori?

Per prima cosa, affidarsi al fotografo. Intervenire solo quando richiesto. Spesso le mamme hanno una capacità di sopportazione di vedere il piccolo piangere pari a zero. Ma in questo lavoro può capitare che i bambini versino qualche lacrimuccia. Doverli spostare continuamente può infastidirli e quindi sentirli piangere dovrà considerarsi parte del gioco. Se un genitore non è assolutamente pronto a questo, forse dovrebbe riconsiderare l’idea di un servizio newborn.

Non mettere le mani mentre il fotografo sta avvolgendo il bimbo nelle fasce. Credete di aiutare, lo so, ma il processo di avvolgimento è la cosiddetta tecnica di “wrapping” e in quanto tecnica appunto si confà di precisi passaggi e se voi cominciate a tirare la fascia a casaccio da un lato e dall’altro rischiate di vanificare tutto il lavoro del fotografo. La conseguenza è che lui dovrà rifare tutto da capo e si perderà più tempo: più stress per il neonato.

Non siate iper-apprensivi. Lo studio fotografico per la newborn photography è debitamente riscaldato per accogliere il neonato anche da nudo. Ve ne accorgerete subito quando entrerete e dopo pochi minuti comincerete a spogliarvi per il caldo. Questo vuol dire che non dovete temere di spogliare il neonato. Se lo fate mangiare da vestito, una volta finita la poppata dovrà essere spogliato interamente. Questo lo infastidirà molto e inizieremo la sessione con un bimbo sveglio e iper-attivo. Al contrario, se vi fiderete del fotografo, lo spoglierete prima di iniziare la poppata, cosi’ il neonato sarà pronto per la prima posa mentre è sazio e quasi dormiente.

State tranquilli: non vi sono pericoli

I vostri bambini non corrono alcun pericolo e questa esperienza non è nociva per loro in nessun modo. Dovrete solo concedervi qualche ora e lasciare che il fotografo faccia il suo lavoro, per il quale ha studiato e si è preparato a dovere. 

Perchè il newborn costa cosi’ tanto?

Fotografare i neonati richiede talento

Per tutte le ragioni che abbiamo elencato: fotografare i neonati richiede davvero tanto talento e tante attrezzature. Io personalmente studio da anni. Lo studio poi va ovviamente accompagnato dall’esperienza, cosa assolutamente più importante. Un fotografo newborn deve investire molto in outfit, accessori, backdrop, ceste, wraps eccetera.

Chiama Juna per le foto del tuo neonato!

Portfolio

Sharing is caring!

foto neonato, Foto Newborn Messina, fotografia neonatale Messina, fotografia neonati, fotografia per neonati a Messina, newborn, newborn Messina, newborn photography, newborn photography messina, newborn Sicilia, Sicily newborn photography


Juna

Mi chiamo VALENTINA PELLITTERI e sono un’appassionata fotografa. Dopo dieci lunghi anni di carriera come grafico e designer di scrapbooking digitale mi sono dedicata alla pubblicità e all'editoria. Denominatore comune è sempre la FOTOGRAFIA: mossa da una grande passione per la comunicazione, ho esplorato diversi mondi dell’immagine per poi realizzare il grande sogno di un nuovo brand fotografico locale nel 2017: JUNA PHOTOGRAPHY.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimani aggiornato

Assicurati di registrarti alla mia newsletter per rimanere aggiornato circa le ultime promozioni e occasioni speciali! Per qualsiasi informazioni non esitare a contattarmi via mail all'indirizzo info@juna-ph.com oppure telefonicamente al numero +39 350 010 97 44

Juna photography logo

Se puoi immaginarlo esiste

Juna Photography Valentina Pellitteri

Servizi fotografici a Messina

Fotografia per le famiglie

Juna per i tuoi momenti importanti: compleanni, battesimi, matrimoni, newborn, eventi, reportage.


Made with love by Juna. All rights Reserved.
shares